Euro stabile dopo il G20: la ricetta di Monti. Crolla il mercato case in USA

Registrati ora ed inizia a fare trading con eToro

Euro in lieve ripresa nella sessione USA di martedì, con una ripartenza stabile nella giornata di mercoledì. Riprende a respirare la moneta unica contro i principali rivali, dopo la chiusura del vertice G20 in cui in primo piano è stata posta la crescita per l’Eurozona e si è ipotizzato un piano anti speculazione da attuare con il Fondo salva Stati. La proposta è stata del premier italiano Mario Monti.

La coppia EUR/USD è svettata ieri durante la sessione USA, quando dai dati macro si è appreso che il mercato immobiliare negli Stati Uniti ha subito un forte calo. Circa 100 pips il guadagno dell’euro sul dollaro, che ieri è era scambiato a 1,2720 prima di calare lievemente e stabilizzarsi a ,12675.

Nonostante non abbiano confortato molto i dati sulla fiducia degli investitori europei, con l’indice ZEW crollato a -20,1 punti su un attesa di -5,7 e un dato precedente di -2,4, trascinato dalla crisi che sembra sfiorare anche la Germania, è stata l’America a dare la performance peggiore, facendo fuggire i trader dal biglietto verde. I cantieri residenziali calano ulteriormente a 0,708M su attese di 0,720M e un dato precedente di 0.744. Aumentano, ma di poco, i permessi a costruire, ma il mercato immobiliare subisce una flessione e questo impatta sul Forex.

Al momento la coppia EUR/USD è stabile, in attesa che stasera arrivino i riscontri del meeting della Fed, ma intanto possiamo dare un’occhiata ai dati macro di mercoledì. Germania ancora sotto pressione: l’indice dei prezzi di produzione su base annuale è al 2,1%, due punti decimali in meno rispetto alle aspettative e tre rispetto al precedente. Su base mensile invece siamo ad un calo di 0,1% rispetto alle attese.

Dati preoccupanti dall’Italia, dove le vendite industriali sono calate dello 0,50% rispetto al dato precedente, mentre i nuovi ordinativi all’industria sono a -1,9% rispetto al dato di -3,5% delle attese.

Oggi è giorno di asta pubblica per la Germania, e un termometro sarà anche la bilancia commerciale della Spagna, che dovrà fare il punto sulla differenza tra esportazioni e importazioni.

 

Clicca qui per registrarti ora ed iniziare a fare trading!